suo moto circolare semplicissimo, sen­
za
inclinare mai in una parte piu che in
un'altra; & hauendo la superficie con
caua
, e mollissima, senza alcuna ruga,
senza
alcuna eminenza; si può dubi­
tare
ragioneuolmente, e nondimeno
soluere
la dubitatione in questo modo.
il luogo contiene il locato, & al corpo
contenuto
è a guisa della forma alla ma
teria, o del tutto alla parte. non deue
adunque
alcuno marauigliarsi, se con
niuna
uiolenza, ma solo con la con­
giuntione, che è fra il fuoco & il con­
cauo
del cielo, luogo naturale di esso
fuoco
, il cielo muoue circolarmente il
fuoco
, corpo a lui prossimo. è dunque
questo
moto causato da principio
strinseco, cioè dal cielo, il quale con­
duce
seco il fuoco congiunto. Possia­
mo
ancora dire, che di questo moto è
cagione
quella qualità celeste, la qua­
le
passa ne gli elementi, & è cagione