Prima sensibilmente si conosce, che gli
elementi non da estrinseco principio,
ma dalla propria forma, e propria leg­
gierezza, o grauezza, come da princi
pio di moto, sono mossi. onde per in­
trinseco principio, ma non però, come
gli animali; per lor medesimi si muo­
uono. perche la inclinatione motiua
de gli animali l'appetito o rationale, o
sensitiuo, come dimostra Aristotele nel
terzo dell'anima. et ogni appetito del­
l'animale segue l'apprensione o del be
ne, o del male. et ogni apprensione è
propria & intrinseca operatione dell'a­
nimale. e però l'animal si muoue per
se medesimo, perche egli medesimo st
è cagione di quella inclinatione, cioè
dell'appetito, dal quale egli è mosso.
ma ne gli elementi niuna cosa è, la qua
le possa esser cagione della leggierez­
za, o grauezza; le quali causano il lor
moto: essendo, che il generante l'ele-